Stefano Gregoretti - Sauna

Adattamento al freddo e al caldo.

Per fortuna vivo in Romagna, clima perfetto quasi tutto l’anno, un po’ di pioggia d’inverno e caldo in estate, ma tanto anche se fa caldo chi se ne frega… abbiamo il mare a 10 mt e basta un tuffo per rinfrescarsi.

Ma quando si cercano performance sportive in climi molto difficili, deserti di sabbia o ghiaccio che sia, ecco come mi hanno insegnato a preparare l’organismo per fronteggiare qualsiasi condizione.

Innanzitutto non andate via con i piedi nudi d’inverno! Serve solo a prendersi un bel raffreddore, tanto quando siete in Alaska vi si possono ghiacciare ugualmente. Vale la regola del “finchè possiamo godere, godiamo”, ci sarà tempo per avere freddo. A -50° C la preparazione “piedi scalzi” e pochi panni non paga! Meglio stare al calduccio.

Il trucco, se di trucco si può parlare, è nell’acqua e nella sua mobilità. Siamo fatti in gran parte di acqua e la velocità con la quale si muove nel corpo può essere la chiave di volta per ritardare un congelamento. Sapete come fanno i “big”: SAUNA, caldissima, potendo oltre i 100° C. Una sola seduta lunga, durante la quale è fondamentale bere più di 1 lt. e mezzo di acqua con sali minerali. Dopo le prime 2 sedute, come si comincia a bere il corpo inizia a sudare.

Bere in sauna insegna al corpo a “processare” i liquidi più velocemente.

Se correrete al caldo la funzione di termoregolazione sarà più veloce e quindi la performance ne beneficerà; se correrete nel freddo estremo, sarà più veloce lo scambio d’acqua (quindi termico) verso le estremità e i congelamenti saranno rallentati.

Così è come mi hanno insegnato, così è come faccio io.

Stefano

Stefano Gregoretti - Sauna

1,03K Condivisioni

Comments

  1. È se non si è più giovani ma oltre sessantenni e con i problemi dell’eta’ in corso ,con un clima umidissimo ? Meglio correre la mattina presto che la sera alle 20 quando il caldo ha appena finito di scaldare l’asfalto , perché questi amici è qui che corrono , mica come fai tu ? Un consiglio da dare ? Grazie Stefano

    1. Author

      Con i problemi dell’età in corso… sempre meglio confrontarsi con un bravo medico sportivo 😉

  2. Non mi è chiaro quante saune consigli ! Prima scrivi una sola seduta bevendo 1l.e mezzo con sali poi scrivi alle altre 2 sedute il corpo inizia a sudare molto!
    Quindi potresti essere più chiaro sul numero delle sedute e a che distanza di tempo tra una e l’ altra
    Grazie mille
    Giorgio Cocolo

    1. Author

      Intendevo saune distanziate da uno o più giorni. Dipende dalla disponibilità di ogni singolo caso. Si può fare venti minuti o 30 anche tutti i gg!

Leave a Comment